top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: Esplorando Martina Franca

PARTE 65: Potrebbe essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per una parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passaggi che abbiamo intrapreso.


Viviamo in Puglia d'estate e poi di nuovo d'inverno.

Passo 1: Mentre esploriamo le città della Puglia, scopriamo alcune gemme che vale la pena condividere. Alcuni di questi sono noti magneti turistici; altri sono meno conosciuti ma sempre sorprendenti. Esploriamo Martina Franca, a circa 90 minuti di auto da casa nostra questa settimana.


Siamo andati a Martina Franca per capriccio, salendo in macchina di sabato, pronti per un viaggio. Abbiamo visitato Martina Franca 6-7 anni fa; confrontare la nostra prima impressione della città con la nostra seconda visita è stato piacevole.


Passo 2: storia.


La città di Martina Franca risale al X secolo d.C. quando i profughi tarantini fuggirono dalla loro città di fronte alle invasioni saracene. Oggi a Martina Franca sono residenti circa 50.000; la città è ai margini del territorio dei trulli.


Il nome del paese deriva da San Martino, un santo francese del IV secolo che usò la spada per tagliare in due la sua tunica per condividerla con un mendicante.


Il termine "Franca" deriva da quando al paese furono concessi nel Medioevo alcuni privilegi, tra cui l'esenzione fiscale (franchigia).

Passo 3: disposizione.


Nel Medioevo fu eretta una cinta muraria protettiva, con solo quattro porte e 12 torri di guardia quadrate e 12 rotonde.


Una volta varcati i cancelli, il visitatore si perde facilmente poiché tante strade tortuose si diramano in ogni direzione. Questa disposizione aveva lo scopo di confondere un nemico invasore e di dare ai cittadini il tempo di evacuare o nascondersi.


Per facilitare la fuga, i cittadini svilupparono un codice segreto nella progettazione delle strade, utilizzando pietre nere per il selciato per le strade che conducevano ai cancelli e pietre bianche per le strade all'interno del labirinto. La maggior parte delle pietre scure furono sostituite, ma se ne possono ancora trovare alcune, risalenti al Medioevo.


Passo 4: architettura


La collina su cui sorge Martina Franca si chiama San Martina, tra il mare Adriatico e Ionio. Il centro cittadino è ricco di splendidi palazzi barocchi, edifici imbiancati e graziose case, molte risalenti al XVII secolo, lungo stretti vicoli medievali che si aprono verso la campagna, costellata di bianchi "trulli".

Passo 5: attrazioni.


  • Mura e porte della città di Martina Franca


Nelle mura e nelle porte della città si possono scoprire gli influssi medievali e barocchi di Martina Franca. Sebbene costruiti per proteggersi durante le invasioni saracene, oggi abbracciano e mettono in risalto l'eleganza del centro cittadino.


Le sue quattro porte prendono il nome da quattro santi: Santo Stefano, Pietro, Nicola e Santa Maria. La porta o ingresso principale è la porta di Santo Stefano e il suo arredamento barocco suggerisce ciò che il visitatore sta per vedere all'interno.


  • Palazzo Ducale


Una delle prime attrazioni dopo la porta di Santo Stefano è il palazzo ducale nella bellissima piazza di Roma. Il palazzo fu costruito nel 1688 sulle fondamenta di un castello del XII secolo. Ci sono oltre 300 stanze decorate con affreschi colorati di Domenico Carella. La maggior parte delle scene dipinte trattano temi biblici o illustrano la vita nella Puglia medievale. Oggi l'edificio è utilizzato come municipio e centro culturale.


L'ingresso è gratuito, ma solo una piccola parte è aperta al pubblico.


  • Basilica di San Martino


La basilica fu completata nel 1747 sulle fondamenta di una chiesa romanica almeno del '300. Le parti più impressionanti della chiesa includono la massiccia facciata, che mostra intricati intagli raffiguranti la vita di San Martino; l'interno ha la forma di una croce in cui l'interno barocco e le vetrate più moderne sembrano completarsi a vicenda, formando un insieme bello e unitario. Sopra l'altare si trova la statua di San Martino, patrono della città.


  • Piazza Maria Immacolata

Ci sono molte belle piazze in città, ma la più sorprendente è Piazza Maria Immacolata. La piazza è circondata da edifici semicircolari con portici ombreggiati, sotto i quali si trovano bar e ristoranti. In alcuni fine settimana, in questa piazza si tengono spettacoli dal vivo e sfilate, ed è un luogo perfetto per osservare la gente.


Passo 6: cose interessanti


  • Girovagando per le strade imbiancate di Martina Franca e La Lama


Martina Franca è una delle "città bianche" della Puglia per via dei suoi edifici imbiancati nel centro storico, in particolare quelli nel quartiere di La Lama, appena fuori dalla piazza principale. Questo quartiere non ha attrazioni principali, ma è un ottimo posto per passeggiare poiché è strutturato come un labirinto, offrendo una sorpresa ad ogni angolo. Inizialmente questa zona era la più povera della città poiché riceveva poca luce solare ed era umida durante l'inverno. Oggi è una delle aree architettonicamente più interessanti da esplorare e in cui perdersi!


  • Persone che guardano

Quando siamo andati a Martina Franca l'altro giorno, abbiamo iniziato a sentirci stanchi dopo tutto il viaggio in macchina. Trovammo un bar in una delle piazze, ordinammo un caffè e ci riposammo. Ben presto abbiamo scoperto la gioia di osservare la gente a Martina Franca. Tedeschi, inglesi, americani, italiani, spagnoli e altri passeggiavano sotto un cielo parzialmente nuvoloso davanti a un incredibile parco giochi architettonico. Il nostro tempo in questo bar è diventato una delle nostre attività preferite in città!


Passo 7: cose da ricordare durante la visita


  • Siamo venuti a Martina Franca in alta stagione (agosto) di sabato e abbiamo capito che parcheggiare può essere impegnativo. Dopo aver girato per il centro storico una volta, siamo stati fortunati e abbiamo trovato un parcheggio a solo un isolato di distanza. La prossima volta che pianificheremo un viaggio lì, andremo in un giorno feriale o fuori dall'alta stagione.


  • Anche se c'erano molti turisti a Martina Franca, non era sgradevolmente affollata, le strade erano immacolate e i caffè e i ristoranti erano affascinanti.



Approfondimenti: Martina Franca è una di quelle cittadine a cui si rimanda sempre la visita. "Un giorno faremo il viaggio", abbiamo detto più volte. Una volta lì, la frase che si ripete è: "Perché non l'abbiamo fatto prima?" È un posto fantastico; se si vuole avere un assaggio della Puglia, dovrebbe sicuramente essere nella lista dei "must-see".


Di più la prossima volta.


Il mio libro è "Storie dalla Puglia: due californiani nel Sud Italia". Amazon USA:https://www.amazon.com/Stories-Puglia-Californians-Southern-Italia/dp/1913680649.




13 visualizzazioni0 commenti

Commentaires

Noté 0 étoile sur 5.
Pas encore de note

Ajouter une note
bottom of page