top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: Storie nate da esperienze vissute in Italia

PARTE 56: Potrebbe essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per una parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passi che abbiamo fatto.


Viviamo in Puglia in estate e poi di nuovo in inverno.

Tappa 1: Esperienze in Italia e Story Writing.


Ho avuto l'incredibile esperienza di vivere in Italia due volte; la prima volta fu a Roma, mentre ero studente in un seminario vaticano per otto anni.


La seconda volta è adesso, in Puglia per metà anno.


Il mio background è come educatore (studi sociali delle scuole superiori), ma il mio lavoro secondario è come autore. La maggior parte dei miei libri nasce da circostanze o eventi particolari vissuti in Italia. Sarebbe interessante condividerne alcuni.


Tappa 2: Il seminario.


Quando ho compiuto 40 anni, il mio passato sembrava un puzzle, pieno di pezzi che non riuscivo a mettere insieme.


All'età di 19 anni mi sono trasferito a Roma e ho vissuto in un seminario vicino al Vaticano per gran parte dei miei otto anni lì. Poi sono tornato in California dove sono stato ordinato sacerdote e ho lavorato come assistente pastore, professore e leader nazionale. Poi ho lasciato quella vita alle spalle e alla fine ho iniziato la mia carriera di insegnante.

Nel mezzo di tutto ciò, mi sono reso conto che avevo lasciato che gli altri guidassero la mia vita piuttosto che prendere il volante, che la felicità era più di un concetto ma poteva essere una possibilità reale, e che ero gay.


Per capire meglio la mia vita, ho iniziato a scrivere cosa è successo da quando sono entrato in seminario a Roma fino al giorno in cui ho lasciato il sacerdozio.


Quando ho mostrato il manoscritto a mia sorella, ha pensato che fosse abbastanza buono per essere pubblicato. Quindi, per capriccio, l'ho inviato ad alcuni editori e il terzo, Chicago Review Press, mi ha firmato.


Il risultato è "Quel desiderio innegabile: la mia strada verso e dal sacerdozio".


Questo libro è stato il primo ispirato dalla mia esperienza vissuta in Italia.


I libri sono stati scritti da coloro che hanno lasciato la vita religiosa o il convento, ma spesso da una prospettiva di vittima. Ma la mia esperienza è stata diversa. Mi è piaciuto stare in seminario, mi è piaciuto molto essere a Roma e mi è piaciuta l'esperienza successiva.


Ma era ora di andare avanti.


Sono grato per tutto.


Il libro ha funzionato molto bene ed è ben accolto da coloro che non hanno affiliazioni religiose. Potrebbe essere perché documenta le nostre principali lotte umane, ma in circostanze diverse.

Tappa 3: i due soldati.


Stavo pranzando con un amico che vive a Roma; eravamo seduti fuori a un tavolo vicino al Vaticano, chiacchierando di amici del nostro passato, di Roma e della sua storia, e di altre banalità che ora mi sfuggono.


Durante questa conversazione, il mio amico mi ha raccontato la storia dei soldati/martiri Giovanni e Paolo del IV secolo. Non ha detto molto, ma quando ha raccontato le ultime parole registrate che l'uno ha detto all'altro, ha piantato un seme che alla fine è sbocciato nel mio primo romanzo storico.


Queste parole registrate sono:

"Se ci sottomettiamo a questo, saremo insieme per sempre in paradiso."


Mi chiedevo come avessero vissuto la loro vita questi due uomini per poter dire queste parole alla fine.


Ho fatto una ricerca per scoprirlo.


In otto anni, ho fatto ricerche su documenti latini, ho fatto amicizia e tratto conoscenza dall'archeologo in loco (la casa di Giovanni e Paolo è stata scavata ed è vicino al Colosseo), ho visitato numerosi templi mitraici a Roma e dintorni, ho acquistato più libri per la ricerca di quanto desidero ammettere e consultato con vari professori di storia antica.


Il risultato è il ben studiato "Io sono Giovanni, io sono Paolo: una storia di due soldati nell'antica Roma".


La storia è affascinante; la cosa più incredibile è che è vero.


Sopra la loro casa scavata si trova la chiesa che porta i loro nomi, e sotto l'altare c'è un sarcofago di pietra dove giacciono insieme i resti di entrambi gli uomini.


Le loro ultime parole si sono avverate.


Tappa 4: Cosa rende Roma, Roma?


Era passato un anno dall'ultima volta che avevo scritto un libro quando visitai Roma qualche tempo fa; Ero aperto a creare qualcosa di nuovo, ma una storia doveva venire da me; Non posso semplicemente inventarlo. Così ho aspettato pazientemente, tenendo gli occhi e le orecchie aperti.


Qualche giorno prima di tornare in California, ho girovagato per Trastevere. Non avevo una meta ma alla fine sono finito a Santa Maria Trastevere, un'antica chiesa il cui pavimento e mosaici trasudano storia, fede e cultura.


Sono uscito nel sole splendente, ho guardato dall'altra parte della piazza e poi, come un fulmine, mi è venuto in mente il libro successivo.


Cosa rende unica Roma? Le sue storie.


Nessun edificio, angolo di strada o statua è privo di una storia dietro di sé che dia vita a quel luogo o cosa.

Quindi mi sforzerei di raccontare alcune di queste storie.


Il risultato è stato "She Seduced Me: A Love Affair with Rome".


Per creare questo libro, ho approfondito le mie esperienze della città, a partire da quando ci vivevo da studente. Ho anche fatto molte ricerche per descrivere accuratamente la vita quotidiana nell'antica Roma. In terzo luogo, ho dovuto lasciare la mia zona di comfort per intervistare artisti di strada, romani ed espatriati il ​​cui posto a Roma fa parte della sua storia.


Sono grato che questo libro venga ora pubblicato in italiano da Alpes Libri.


Le recensioni di questo libro sono travolgenti.

Tappa 5: il sogno.


Può sembrare strano, ma è vero: la premessa e lo schema di questo libro mi sono venuti in sogno l'ultima notte in cui mi trovavo a Roma prima del mio volo di ritorno in California.

Quando sono tornato a casa, l'ho scritto e ho completato il manoscritto in circa due settimane.


"Le parole di mio padre" racconta le favole della buonanotte di Giuseppe al figlio Giuseppe. La cornice delle storie sono le frasi della preghiera del Padre Nostro. Giuseppe prende una parola o una frase e usa esempi tratti dalla sua vita e da altre storie per dare un senso alla preghiera per Giuseppe.


Il ragazzo, invece, continua a pregare il padre di continuare perché non vuole ancora andare a dormire.


Il libro ha avuto un impatto drammatico sulla mia vita.


Tappa 6: Puglia.


L'amicizia ci ha portato in Puglia.


Molti dei nostri amici a Roma, che ho visitato spesso, erano pugliesi e lì possedevano delle proprietà.


Mi hanno invitato a visitare alcune volte nel corso degli anni fino a quando io e il mio compagno abbiamo accettato.

Abbiamo superato migliaia di ulivi mentre guidavamo verso il Salento, la parte meridionale della Puglia.

Proprio quando abbiamo iniziato a lamentarci del paesaggio ridondante ea scherzare sugli infiniti uliveti, il nostro amico ci ha chiamato e, in vivavoce, ha rivelato le storie dietro le olive.


Dopo di che, un albero non era più solo un albero. Divenne il segno di una storia che legò la Puglia agli insediamenti greci, all'impero romano e oltre.


Gli ulivi e le nostre amicizie sono stati il ​​nostro primo passo in Puglia, che alla fine ha portato al mio ultimo libro: "Storie dalla Puglia: due californiani nel sud Italia".


Due culture (californiana e pugliese) che si mescolano possono essere divertenti, frustranti e illuminanti. Mentre esploriamo le città e le aree della Puglia, portiamo il lettore con noi mentre a volte esprimiamo giudizi improvvisi, prendiamo coscienza di un quadro più ampio e impariamo cosa rende la Puglia un luogo così magico.


Personaggi storici, come Nicola di Bari, Pantaleone di Otranto e Nicola di Trani, sono entrati nel presente.


Spero che questo libro trasmetta alcune delle belle esperienze che abbiamo avuto finora in Puglia.


Di più la prossima volta.





23 visualizzazioni2 commenti

2 Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
Frederique de Mey
Frederique de Mey
Aug 13, 2023
Rated 5 out of 5 stars.


Like
Mark Tedesco
Mark Tedesco
Aug 14, 2023
Replying to

I heard that it is a great book...

Like
bottom of page