top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: Riflettori puntati su Lecce

PARTE 45: Potrebbe essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per una parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passi che abbiamo fatto.


Viviamo in Puglia in estate e poi di nuovo in inverno.

Passaggio 1: Mentre esploriamo le città pugliesi, scopriamo alcune gemme che vale la pena condividere. Alcuni di questi sono noti magneti turistici; altri sono meno conosciuti ma sempre sorprendenti. Questa settimana esploriamo Lecce.


Passaggio 2: storia. Storie e leggende fanno risalire Lecce alla caduta di Troia, ma le testimonianze archeologiche rivelano che la zona fu abitata prima dai Messapi e poi dominata dai Romani. L'arena del centro cittadino e il teatro romano testimoniano la fiorente comunità romana di Lecce.


Gli strati di storia continuano, poiché Lecce era sotto il dominio bizantino fino a quando i Normanni conquistarono l'area intorno al 1000 d.C., seguiti da altre dinastie legate alla Francia e Venezia.


La svolta si ebbe nel XV e XVI secolo quando Carlo V d'Asburgo ottenne il controllo della zona.


Una svolta: a sant'Oronzio di Lecce si attribuisce la salvezza dei leccesi dalla peste che decimò il regno di Napoli nel 1566. Divenne così il patrono di Lecce.


Perché tutta questa storia? Perché l'architettura, gli edifici e l'assetto di Lecce esprimono questi eventi.


Passaggio 3: Architettura. "Firenze del Sud". Lecce fiorì e sviluppò il suo stile architettonico barocco pugliese tra il XVI e il XVII secolo. La città ha molti esempi della caratteristica pietra leccese, che essendo una pietra chiara con una sfumatura gialla, dona alla città il suo splendore serale. Alcuni esempi principali di questo stile architettonico includono la cattedrale, la Basilica di Santa Croce e la chiesa di San Nicola e Cataldo.


A causa del numero di tesori storici, tra cui chiese barocche, palazzi, teatri romani e il castello del XVI secolo, Lecce è spesso chiamata la "Firenze del Sud".


Passaggio 4: attrazioni. Un elenco di cose da vedere e da fare a Lecce è soggettivo (Sentiti libero di condividere i tuoi preferiti!) Ciò a cui sono attratto potrebbe non piacere a qualcun altro; le cose che condividerò qui sono luoghi di Lecce che ci interessano.


  • Piazza Sant'Oronzo

Questa piazza sembra il cuore della città, con artisti di strada, caffè, un anfiteatro romano e osservazione della gente. Con il gelato in mano, spesso ci dirigiamo direttamente qui e troviamo un posto vicino all'arena per sederci, chiacchierare, osservare la gente e goderci il momento.


  • Piazza Duomo


Quando entriamo in Piazza del Duomo a Lecce, mi sento sempre abbracciata. È una delle piazze chiuse più grandi d'Italia ed è spesso brulicante di attività. Mi piace particolarmente il pianista che in qualche modo porta il suo pianoforte in piazza per intrattenere la folla.

La bellissima architettura barocca illuminata mi lascia sempre a bocca aperta. La cattedrale stessa è più bella all'esterno che all'interno. Sembra buio e pesante quando entro, ma vale almeno una visita.


  • Chiese barocche.


Visitare le chiese barocche (Santa Croce e altre) del centro storico è sempre piacevole; sono spazi sacri e monumenti storici che parlano a tutti. Ora fanno pagare l'ingresso per raccogliere fondi, ma ne vale la pena, e le chiese del XVI secolo hanno bisogno dei fondi per mantenere gli edifici. Anche se il barocco non è la mia architettura ecclesiastica preferita, c'è qualcosa di più pulito e leggero in questo stile a Lecce.


  • Strade e vicoli


Perdersi nel centro storico di Lecce è il modo per imbattersi in interessanti negozi, caffè, chiese e monumenti. A volte vaghiamo dentro e fuori strade e vicoli, guardando nelle finestre, tuffandoci nei cortili e guardando splendidi edifici.

Passaggio 5: luoghi fantastici. Ognuno ha i suoi posti "cool" che preferisce, e me ne vengono in mente due che ci piacciono a Lecce.


  • Gelato “Settimo Cielo”


"Settimo Cielo" è una gelateria ai margini del centro storico di Lecce, che ha un gelato fantastico. È sempre fresco, ricco di frutta o altri sapori, e torniamo più di quanto dovremmo. Saluta Angelo se passi.


  • Porto San BiagiO


Tre porte (su quattro) rimanenti immettono nel centro storico di Lecce. Uno dei nostri preferiti è Porto San Biagio perché è perfetto quando ci si può sedere all'aperto con un Aperol spritz e godersi il momento della bella stagione. A volte guidiamo per 20 minuti fino a Lecce per sederci nel nostro bar preferito a Porto S. Biagio e bere nell'atmosfera e nell'Aperol.


Approfondimenti: avvicinarsi e essere personali con una città è il modo in cui un luogo diventa significativo. Lecce si presta a questo tipo di rapporto. Lecce ha tutto, che si tratti di architettura, storia, cibo, intrattenimento o semplicemente osservare la gente.


Il mio libro è "Storie dalla Puglia: due californiani nel sud Italia". Amazon Stati Uniti:https://www.amazon.com/Stories-Puglia-Californians-Southern-Italy/dp/1913680649.



Di più la prossima volta.



4 visualizzazioni0 commenti

コメント

5つ星のうち0と評価されています。
まだ評価がありません

評価を追加
bottom of page