top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: Esplorando la Toscana

PARTE 87: Potrebbe essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per una parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passaggi e ciò che stiamo imparando lungo il percorso.


Ne amiamo ogni minuto e quello che una volta era un sogno è la nostra vita!


Viviamo in Toscana in autunno, poi di nuovo in primavera, e in California per il resto del tempo (in un blog precedente ho spiegato perché viviamo in Italia solo una parte dell'anno).


Passo 1: Mentre esploriamo le aree in Italia, scopriamo alcune gemme che vale la pena condividere. Alcuni di questi sono noti magneti turistici; altri sono meno conosciuti ma sempre sorprendenti.


Questa settimana esploriamo la Toscana.


Passo  2: Le parti della Toscana



Nella mia esperienza, la Toscana è composta da paesi/città e dalla Toscana rurale. Diamo un'occhiata ad alcune aree che abbiamo esplorato fino ad ora.


Passo 3: Paesi e città


Firenze e Siena sono due delle principali città della Toscana. Tuttavia, vale la pena esplorare molte altre città belle ed emozionanti, tra cui Pienza, Montepulciano, San Gimignano, Pisa, Lucca, Volterra e molte altre.


Scegliamone uno visto che questo è un blog e non un libro. Firenze.


Passo  4: Una giornata a Firenze.


Sono stato a Firenze quattro o quattro volte, quindi per questa visita abbiamo deciso di lasciare che un nostro amico che abita a Firenze, organizzasse la nostra giornata.


Ho visto gli Uffizi, il Davide, la duomo, il Ponte Vecchio, le chiese storiche e il Giardino di Boboli nelle visite precedenti. Quindi non abbiamo sentito l'urgenza di fare ciò che solo chi visita Firenze per la prima volta può fare e vedere.


"Mostraci cosa faresti in una giornata libera a Firenze", abbiamo chiesto al nostro amico.



Così ci siamo caricati sulla sua macchina e abbiamo iniziato la nostra giornata sulla collina di Boboli, da dove il panorama più bello della città fa impallidire le foto da cartolina. Parcheggiare era facile, attraversammo una piazza e ci sedemmo sul muro di pietra guardando Firenze. "Non riesco a trovare le parole", ha detto il mio partner mentre cercavamo di assorbire la bellezza della città rinascimentale.


Ma avevamo tutta la giornata davanti a noi, quindi subito siamo saliti in macchina, siamo scesi in città, abbiamo parcheggiato in una zona che solo la gente del posto conosceva e ci siamo diretti verso la Galleria dell'Accademia. "Dato che è bassa stagione e aprirà proprio quando arriveremo lì, forse non dovremo fare la fila." Il nostro amico non ha deluso; quando siamo arrivati ​​c'erano solo tre persone in fila e in cinque minuti eravamo dentro, davanti al Davide. "Cosí avrete un'esperienza senza le folle," ci ha detto.


Anche se l'avevo vista prima, la statua mi toglieva ancora il fiato. Il mio compagno non l'aveva mai visto e continuava a girargli intorno dicendo: "Non posso credere di essere qui!"


Ci siamo presi il nostro tempo, osservando le opere incompiute di Michelangelo, lottando per liberarci dalla pietra e tornando alla vita pulsante del Davide.


Ma il museo cominciava a riempirsi, così il nostro amico ci ha invitato a seguirlo e ci siamo diretti verso il duomo.


"Entriamo?" Ho chiesto al nostro amico locale mentre eravamo di fronte al Duomo. "Non questa volta", rispose. "Guardiamo le 'Porte del Paradiso' sulle porte del battistero. Sono copie ma sono ancora magnifiche. Poi andiamo più in là per guardare meglio la cupola del Brunelleschi, che era quasi un miracolo di ingegneria. Ha spinto il design e l'ingegneria oltre i propri limiti. "


La vista grandiosa della cupola e la vista più intima delle porte del battistero ci hanno fatto conoscere ciò che rende unico Firenze: la grandiosa architettura e la bellezza dei dettagli.


"È l'ora per un caffè con vista", ha detto la nostra guida. Vicino alla cattedrale c'è il grande magazzino "La Rinascente", dove, all'insaputa di molti, c'è un bar all'aperto sul tetto. Dovevamo navigare tra scaffali di cappotti e camicie in vendita quando abbiamo trovato l'ascensore dietro uno degli scaffali. Siamo stati portati in cima, emozionati e immersi nella bellezza di Firenze dall'alto. Abbiamo preso il tavolo migliore, ordinato caffè e pasticcini e ci siamo rilassati in paradiso per pochi euro.


Dopo la nostra pausa, abbiamo visitato lo storico mercato di San Lorenzo, meravigliandoci degli incredibili prodotti, carni, pesce e formaggi. Abbiamo poi fatto una passeggiata lungo l'Arno, ci siamo seduti per un altro caffè con vista sul Ponte Vecchio e siamo finiti in Piazza della Signoria, dove abbiamo scattato delle foto.


"Un'ultima fermata", ci disse il nostro amico mentre ci dirigevamo verso Palazzo Vecchio, costruito nel 1299 come sede del Comune. Invece di entrare, il nostro amico ci ha portato in uno spazio esterno con un pianoforte con un cartello che diceva "Suonami". Con molto incoraggiamento, il mio compagno, un eccellente pianista, si è seduto e ha iniziato a suonare "Christmas Time is Near". In poco tempo fummo circondati da altri visitatori che volevano far parte dell'atmosfera natalizia sotto Palazzo Vecchio in quella fredda notte di dicembre.


Abbiamo concluso la nostra giornata a casa del nostro amico a Firenze, dove abbiamo preparato la pasta insieme, condiviso le esperienze della nostra giornata e suonato insieme sul suo pianoforte.


È stato un giorno perfetto.


Passo 5: Toscana rurale: Val d'Orcia


Quando vivevo a Roma negli anni '80, non ho mai visitato la Toscana rurale. Ho visto le foto delle dolci colline e dei cipressi e ho pensato che fosse carino ma sicuramente non valeva la pena fare un viaggio.


Poi, finalmente, qualche anno fa, siamo andati in Toscana, abbiamo prenotato un Airbnb a San Quirico e abbiamo deciso di esplorare la Val d'Orcia.



Invece di seguire un itinerario rigido, abbiamo guidato attraverso le dolci colline, abbiamo svoltato su alcune strade sterrate e abbiamo seguito il nostro istinto. "Andiamo a piedi?" suggerii dopo che avevamo guidato per un po'.


Abbiamo visto in lontananza una cappella, che poi abbiamo scoperto essere la Cappella della Madonna di Vitaleta. Mentre ci dirigevamo nella sua direzione, ad un certo punto, ci siamo fermati e ci siamo guardati attorno. I venti erano aumentati e i campi dorati ondeggiavano nella brezza. Mentre giravamo di 360 gradi, ci siamo resi conto dell'interazione tra la brezza e i campi di grano, che producevano un suono bellissimo e pacifico che non riesco a trovare le parole per descriverlo. Dopo alcuni istanti di silenzio, il mio partner ha detto: "È così bello che non posso crederci". Lui aveva ragione. Vedere una foto della campagna e stare nei campi vorticosi era come la differenza tra vedere un dipinto del Grand Canyon e stare sul bordo.


In quel momento ho capito di cosa si trattava; La Toscana rurale, la Val d'Orcia, è davvero una delle zone più belle del mondo.


Durante i nostri viaggi spontanei, abbiamo scoperto l'Abbazia di Sant'Antimo, un antico monastero in pietra e chiesa romanica che cerca di mantenere viva la tradizione del canto gregoriano. Proseguimmo ulteriormente e ci imbattemmo in una struttura dall'aspetto di un castello; abbiamo parcheggiato la macchina, siamo entrati e abbiamo incontrato il proprietario, che si stava preparando per la stagione turistica. "Cos'è questo posto incredibile? È tuo?" noi abbiamo chiesto. "È di proprietà della mia famiglia. Ci sono degli appartamenti dove vivono, ma organizzo degustazioni di vini e altri eventi. Ti va di dare un'occhiata?" Ci è stato offerto uno sguardo dall'interno sulla sua vita familiare e sui suoi affari all'interno degli enormi edifici in pietra.


L'escursionismo è un'altra attività che abbiamo scoperto durante i nostri viaggi spontanei. Alcuni sentieri ben segnalati in Val d'Orcia (e alcuni meno segnalati) ci hanno regalato un'esperienza diversa rispetto alla guida. Le persone, i panorami, le case in pietra e i borghi sembravano tutti a portata di mano quando eravamo a mangiare, facendo trekking tra le colline. Abbiamo deciso di pianificare il nostro prossimo viaggio nell'area dell'escursionismo.


Approfondimenti:


La Toscana ha "strati", sia nelle sue città che nei suoi paesaggi. Ci piace staccare questi strati e scoprire cosa c'è sotto visitando una città o un'area più di una volta. La nostra esperienza a Firenze è stata molto diversa dalla prima volta che sono andata perché non avevo un itinerario completo di ciò che dovevo vedere. Si trattava più di vivere la città attraverso gli occhi del nostro amico locale.


Anche le zone rurali, soprattutto la Val d'Orcia, hanno stratificazioni e possono essere vissute attraverso un itinerario pianificato, un'idea spontanea, in macchina, a piedi, o una combinazione di essi.


Abbiamo solo scalfito la superficie della Toscana e non vediamo l'ora di vedere di più su ciò che c'è sotto.


Di più la prossima volta.


Ora in vendita a $ 2,99: il mio libro è "Storie dalla Puglia: due californiani nel sud Italia". Amazon USA:https://www.amazon.com/dp/B0CRKMKPWF?ref_=cm_sw_r_cp_ud_dp_X2WRQ3PTG2ZDD7AVF6GH


Amazon Italy- my book "Lei mi ha sedotto. Una storia d'amore con Roma": https://amzn.eu/d/13nuZCL.


3 visualizzazioni0 commenti

コメント

5つ星のうち0と評価されています。
まだ評価がありません

評価を追加
bottom of page