top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: La Misteriosa Lavatrice in Italia

Aggiornamento: 3 gen 2023

Come ci siamo trasferiti in Italia. Perché la mia lavatrice è ancora in funzione?


Questo post sul blog si chiama: Lavare i panni in Italia.


PARTE 15: Ho pensato che potesse essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passaggi che abbiamo fatto.

Siamo in Puglia fino a fine settembre, per poi tornare in inverno.


Il nostro tema è: come faccio a pulire i miei vestiti in Italia?

Passaggio 1: Quando viaggio o vivo in Italia, cerco sempre di stare in un Airbnb con lavatrice, quindi non devo preoccuparmi di rimanere senza vestiti. Ma a volte ho alloggiato in un hotel in giro per il paese e ho cercato altre soluzioni per il bucato. Condividerò alcune delle mie esperienze.


Passaggio 2: l'enigma della lavanderia automatica a servizio completo. Sono stato sulle Dolomiti con amici anni fa, dove abbiamo alloggiato per una settimana in un bellissimo hotel in una zona eccellente. Non ci rendevamo conto che, con tutte le escursioni, avremmo fatto più docce al giorno, quindi abbiamo rapidamente finito i vestiti. Ne avevamo troppi da lavare nei lavandini, così li abbiamo insaccati e siamo andati a cercare una lavanderia a gettoni in città.

Dopo molte ricerche, ne abbiamo trovato uno. Quando abbiamo chiesto dove potevamo fare il bucato, la signora che lavora lì ci ha detto che era impossibile, ma la lavanderia a gettoni sarebbe stata felice di lavare i nostri vestiti per noi. Per farla breve, abbiamo scoperto che il costo dipende dal peso della pila di vestiti. Una volta scoperto che ci sarebbe costato più di $ 60, abbiamo scelto ciò che potevamo lavare nei lavandini e abbiamo lasciato il resto, pagando $ 40 per il carico combinato. Dato che questo è successo anni fa, non sono sicuro di quale sarebbe il prezzo oggi, ma abbiamo deciso di evitare quella situazione in futuro.


Passaggio 3: la lavanderia automatica self-service. Quando vado a Roma e resto nella mia zona preferita (Campo dei Fiori), so esattamente dove si trova la lavanderia automatica; se sto in un posto senza lavatrice (cosa rara), lavo solo i miei vestiti lì.

Tuttavia, trovare una lavanderia a gettoni in altre città europee può essere più difficile, a seconda del trasporto.

Alcuni anni fa, eravamo a Vienna, ed entrambi volevamo dei vestiti puliti, non lavati in acqua. Siamo entrati online e abbiamo trovato la lavanderia automatica self-service, che avrebbe richiesto circa 30 minuti di autobus e la navigazione in strade sconosciute per trovarla. "Non voglio sprecare il nostro tempo prezioso qui a farlo", ha detto il mio partner. Aveva ragione; perché sprecare mezza giornata in bucato? Fortunatamente, abbiamo trovato un negozio H&M, quindi abbiamo appena acquistato i nuovi vestiti economici di cui avevamo bisogno e risparmiato le ore che avremmo trascorso in una lavanderia a gettoni.

Lezione appresa: non dipendere dalle lavanderie a gettoni quando viaggi in zone sconosciute.


Passaggio 4: lavare nella mia stanza.

Devo confessare che non ho mai usato un bidet per lo scopo previsto, ma ho scoperto che ha la forma e la misura perfette per ammollare e lavare calze e biancheria intima (dopo averlo igienizzato, ovviamente). Il vantaggio è che è un lavaggio senza problemi con un tempo minimo. Lo svantaggio è che i vestiti vengono rinfrescati ma non puliti e che trovare un posto dove asciugarli può essere una seccatura. Abbastanza detto a riguardo.


Passaggio 5: Il mistero della lavatrice italiana. La mia prima esperienza del mistero della lavatrice italiana è stata quando stavo con un mio amico a Roma. Dopo qualche giorno avevo bisogno di fare il bucato; ho buttato dentro dei vestiti, ho versato del detersivo e l'ho impostato sul ciclo "cotone". Quando ho lasciato l'appartamento e sono tornato circa quattro ore dopo, il ciclo di lavaggio era ancora in corso.

Eravamo in tre nell'appartamento e, di questo passo, potevamo fare solo due piccoli carichi di biancheria al giorno.

Abbiamo tutti studiato il quadrante illustrato sulla lavatrice, che sembrava qualcosa sulla navicella spaziale Voyager che altre creature su un altro pianeta avrebbero dovuto essere in grado di decifrare. Non riuscivamo a capirlo, quindi abbiamo iniziato a fare il bucato prima di andare a letto, un altro carico quando uno di noi si è alzato per la prima volta e un altro durante il giorno.


E allora ci siamo: il mistero della lavatrice italiana.


Ora che viviamo in Puglia, abbiamo dovuto provare a decifrare questo mistero. Con l'aiuto dei nostri amici locali, in una certa misura ce l'abbiamo fatta.


Abbiamo trovato un ciclo sul quadrante che ci permette di lavare un carico in 30 minuti, con 30 o 40 gradi Celsius, che è a temperatura ambiente o caldo. Questo ciclo breve si adatta alle nostre esigenze, anche se ci è stato detto che i nostri vestiti non si puliscono in un ciclo così breve. Ma i nostri vestiti ci sembrano a posto.


Perché cicli così lunghi sulle lavatrici italiane? Un amico locale ci ha detto che è a causa del risparmio di acqua ed energia. Il nostro amico ha anche affermato che le lavatrici italiane devono riscaldare l'acqua poiché la maggior parte non è collegata a uno scaldabagno, il che rende il ciclo più lungo.


Passaggio 6: lussi dell'asciugatrice. Siamo andati a Napoli con i nostri amici locali l'anno scorso e abbiamo girovagato per le strade incredibili, osservando la storia, l'architettura e il bucato. Quando ci siamo imbattuti nello stendibiancheria di qualcuno per strada, incatenato a un palo, ho osservato: "Ma non hanno asciugatrici?".

I nostri amici italiani si sono fermati per strada, si sono guardati e sono scoppiati a ridere. Continuano a raccontare questa storia ai loro amici; uno di loro mi ha detto che ricorda loro l'osservazione attribuita a Maria Antoinette: "Che mangino la torta".


Dal momento che l'Italia deve importare tutto il suo gas e la maggior parte della sua energia, avere un'asciugatrice è un tipo di lusso poiché richiede molta energia per funzionare. Quindi l'aspettativa americana che una casa o una famiglia italiana abbia un'asciugatrice fa ridere i nostri amici italiani.

E giustamente.


Passaggio 7: la combinazione lavatrice/asciugatrice. "Wow, è così bello! Abbiamo una lavatrice che asciuga anche i nostri vestiti!" Ho gridato al mio partner dopo aver effettuato il check-in nel nostro Airbnb. Le lavatrici/asciugatrici combinate non sono rare in Europa, ma sono praticamente sconosciute negli Stati Uniti. Eravamo entusiasti di avere questa nuova comodità.

Quando il mio compagno ha preso l'influenza durante questo viaggio ed era febbricitante e sudato, abbiamo presto dovuto lavare i vestiti. "Per fortuna abbiamo questa combinazione lavatrice/asciugatrice", ho detto mentre l'ho aperta per caricare.

Non riuscivo a mettere un carico di vestiti; Stavo cercando di inserirli nel loro insieme. Così ho messo da parte i vestiti e mi sono inginocchiato a guardare dentro la macchina a caricamento frontale. Ridacchiò quando notai che i macchinari della lavatrice/asciugatrice occupavano così tanto spazio che il vero lavabo per lavare i vestiti era minuscolo. Potevamo inserire solo pochi elementi alla volta e il ciclo era infinito. Abbiamo scoperto che fare un carico di biancheria a cui eravamo abituati in California richiede almeno tre carichi utilizzando questa macchina; in più i vestiti uscivano spesso umidi, forse perché ne aggiungevamo troppi.

Abbiamo deciso di evitare questa macchina combinata in futuro.


Passaggio 8: asciugare i vestiti. Senza asciugatrice, i vestiti devono essere stesi ad asciugare. Quando siamo qui in Puglia in estate, è un compito relativamente semplice portare i vestiti sulla nostra terrazza, appenderli allo stendibiancheria e portarli giù qualche ora dopo.

In inverno, la sfida è trovare lo spazio dove i vestiti si asciugheranno il più velocemente possibile. Come la maggior parte delle famiglie italiane, abbiamo uno stendibiancheria pieghevole da interno, che installiamo davanti al nostro termosifone. Quando esauriamo lo spazio, mettiamo i calzini o altri indumenti sul termosifone stesso (solo quando siamo in casa), ma per favore non ditelo a nessuno!


Approfondimenti: anche se non ho letto uno studio scientifico sull'argomento, i nostri amici locali affermano che il loro sistema di lavaggio (caricamento frontale, cicli più lunghi) rende i vestiti più puliti ed è più efficiente dal punto di vista idrico ed energetico. Dicono anche che le macchine a caricamento frontale siano più facili sui tuoi vestiti. Per quanto riguarda i vestiti più puliti, per me ha senso: un ciclo più lungo significa lavare via più sporco. Tuttavia, non sono ancora sicuro di come far funzionare la macchina per ore per lavare un carico consumi meno energia rispetto al ciclo breve a cui siamo abituati in California, ma forse c'è qualcosa che non capiamo ancora.

Qui in Puglia i nostri vestiti odorano e sembrano puliti. Abbiamo risolto il mistero; utilizziamo il ciclo di lavaggio rapido e abbiamo capito come asciugare i nostri vestiti sia in estate che in inverno.

Se qualcuno di questi cambiamenti, dovrò scrivere un altro blog!


Guarda il mio libro in arrivo intorno al 1° dell'anno: "Storie dalla Puglia: due Californiani nel sud Italia".


Altro la prossima volta.



24 visualizzazioni0 commenti

Yorumlar

5 üzerinden 0 yıldız
Henüz hiç puanlama yok

Puanlama ekleyin
bottom of page