top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: fare le valigie

Aggiornamento: 3 gen 2023

VIII. Questa parte si chiama: Come fare le valigie e come non fare le valigie.


PARTE 8: Ho pensato che potesse essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passaggi che abbiamo fatto. Siamo in Puglia fino a fine settembre, per poi tornare in inverno.

L'argomento che esploreremo: Come fare le valigie e come non fare le valigie per un soggiorno di lunga durata in Italia.

Passaggio 1: Riconoscimento: tendo a fare i bagagli per tutte le situazioni che potrebbero accadere durante il viaggio e mi comporto come se andassi su un'isola deserta dove devo fare affidamento esclusivamente su ciò che porto. Riconoscere questa tendenza mi ha aiutato a controllarla. Voglio essere preparato a vivere in Italia per tre mesi alla volta, ma non voglio essere così preparato da portare troppa roba. Allora come percorriamo questa linea? Passaggio 2: crea un elenco. Questo passaggio ha comportato la creazione di due documenti Google, uno per soggiorni europei di breve durata e un altro per soggiorni a lungo termine. Per l'elenco a lungo termine, ho iniziato circa sei mesi prima della nostra partenza e ho semplicemente annotato ciò che uso quotidianamente e ogni settimana: i miei articoli da toeletta, gadget, vestiti a settimana, ecc. Ogni volta ho pensato a qualcosa ("Oh, mi sono dimenticato il mio Waterpik!"), l'ho scritto sul documento. Passaggio 3: Bisogni vs. Desideri: mentre scrivevo le cose, ho creato una categoria di "Desideri" e ho iniziato a inserire cose che non erano così essenziali. Uno di questi, per me, era un mix di brownie con noci e una padella per brownie. Lol.


Passaggio 4: azzeramento. La mia lista è in corso, ma una volta che ho avuto la maggior parte delle cose che uso su base giornaliera e settimanale, è arrivato il momento di concentrarmi sulle categorie: -Abbigliamento: dato che sto solo in luoghi con lavatrice (soggiorni brevi o lunghi), porterei vestiti sufficienti solo per una settimana. Lavare i vestiti una volta alla settimana è fattibile se c'è una lavatrice in casa. -Articoli da toeletta: tutti noi abbiamo i nostri shampoo, creme o quant'altro a cui siamo attaccati. Devo portare abbastanza per mesi o posso procurarmene qualcuno in Italia? Avrei bisogno di indagare. -Gadget: include cose come un rasoio, Waterpik e un frullatore. Sì, frullatore, ma l'ho messo sotto "Desideri" piuttosto che esigenze. -Vitamine, farmaci, ecc. Anche in questo caso, potrei procurarmene qualcuno in Italia piuttosto che portare con me mesi? -Varie: in questa categoria metto tutto il resto. Passaggio 5: indagine. Volevamo scoprire cosa potevamo ottenere in Italia, così non avremmo dovuto portare una tonnellata di bagagli. Quindi abbiamo fatto due cose: abbiamo visitato la zona in cui viviamo (vicino a Lecce in Puglia) circa sei mesi prima di trasferirci qui. Abbiamo trovato il grande centro commerciale più vicino (centro commerciale) per cercare ciò che potevamo ottenere qui, che è circa l'85% di quello che avevamo sulla nostra lista. Articoli da toeletta, magliette, abbigliamento, articoli mare, frullatori, vitamine...

La seconda cosa che abbiamo fatto è stata creare un account Amazon in Italia e, per testare le acque, abbiamo ordinato delle forniture (è così che ho avuto il mio frullatore). Ho notato che su Amazon/Italia se ordini l'equivalente italiano di un prodotto, tende a costare meno. Nella nostra città, i prodotti Amazon vengono consegnati in una tabaccheria per il ritiro. Passaggio 6: eliminazione. Compito fatto. Avevamo un'idea di cosa avremmo potuto ottenere in Italia, quindi ho sfogliato la mia lista ed ho eliminato molti articoli. Ho portato abbastanza articoli da toeletta per alcuni giorni, vestiti per una settimana e alcuni piccoli gadget. Una volta fatto, ho avuto spazio per i miei mix di brownie! Passaggio 7: il principio. Il principio qui è che non devo fare le valigie per nessun evento imprevisto quando pianifico un soggiorno prolungato in Italia. Se porto solo pantaloncini, posso comprare i pantaloni se il tempo cambia. Se il mio Waterpik si rompe (è successo), posso prenderne un altro (è arrivato in due giorni). Un po' di abbandono mi fa bene. Lasciare andare il tentativo di controllare tutte le possibilità porta a una maggiore tranquillità. Andrà tutto bene Posso ottenere ciò di cui ho bisogno durante il mio lungo soggiorno in Italia. E, senza nemmeno accorgermene, ottengo anche quello che voglio. Guarda il mio libro in arrivo intorno al 1° dell'anno: "Storie dalla Puglia: due californiani nel sud d'Italia". Altro la prossima volta.



6 visualizzazioni0 commenti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page