top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: culture e atteggiamenti

Aggiornamento: 3 gen 2023

IX. Questa parte si chiama: Culture e atteggiamenti


PARTE 9: Ho pensato che potesse essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passaggi che abbiamo fatto. Siamo in Puglia fino a fine settembre, per poi tornare in inverno. L'argomento che esploreremo è: come riconoscere la mia cultura mentre ne apprezzi un'altra?

Passaggio 1: il brutto americano. L'abbiamo visto. Forse lo siamo stati. La persona va in giro lamentandosi che le cose non sono le stesse di "torna a casa". Questa persona piagnucola, confronta, giudica, si lamenta e non vede l'ora di tornare a casa, alla "civiltà". Come posso accrescere l'apprezzamento di altri atteggiamenti e pratiche culturali mentre viaggio e vivo all'estero? Non pretendo di aver capito tutto questo, ma quello che ho imparato sul trattare con un'altra cultura è questo: è tutta una questione di ATTEGGIAMENTO. Step 2: Un estremo: tuffarsi dentro. Ho avuto amici e conoscenti che si sono tuffati completamente nella cultura italiana mentre si sono disconnessi dalla propria. Non so se questo sia un bene o un male, ma mi chiedo se adottare un'altra cultura senza esaminare la mia e come interagiscono possa diventare unidimensionale. Passaggio 3: lento a giudicare. Mi sono appena ritirato dall'essere un insegnante di scienze sociali/storia al liceo. Mentre studiavamo altri periodi e culture, ho fatto uno sforzo in classe per vedere ma non giudicare, sperimentare ma non classificare. Ad esempio, studiando la rivoluzione industriale nel Regno Unito, abbiamo anche esaminato la comunità Amish negli Stati Uniti. Piuttosto che giudicare la cultura Amish come "arretrata", abbiamo deciso di guardare a quella cultura e alla nostra senza pregiudizi. La domanda che abbiamo esaminato era: la tecnologia/industrializzazione è un bene o un male per noi? Abbiamo esaminato lo stile di vita, la qualità delle relazioni, la connettività familiare, l'equilibrio tra lavoro e vita privata e altri fattori in entrambe le sfere. Ogni studente ha fornito la propria risposta, supportata da prove. Cerco di applicare lo stesso "sii lento a giudicare" mentre ci immergiamo in un'altra cultura. Solo perché è diverso non significa che sia buono, cattivo, migliore o peggiore.


Passaggio 4: riconoscere la mia cultura. Qualcosa che sto imparando durante questo soggiorno più lungo in Italia è che riconoscere la mia cultura può essere liberatorio; può darmi una prospettiva su cosa aggrapparmi e cosa lasciare andare. Veniamo dalla California e portiamo alcuni tratti culturali; ci piacciono le cose fatte in un momento specifico, in un certo modo e a una certa velocità. Ci piace prendere un boccone, organizzare i nostri calendari e arrivare al punto. Se sento una tensione culturale (qualcosa sembra inefficiente, troppo spontaneo o troppo sbloccato), posso riconoscere la causa. "Oh, mi sento così perché, nella mia cultura, iniziamo e finiamo la cena in un'ora, max"). Quindi posso diventare più aperto a vedere un'altra prospettiva, come l'attenzione alla costruzione della comunità durante i pasti qui in Italia. Passaggio 5: conoscere i miei limiti. Sperimentare un'altra cultura e altre prospettive può aumentare la mia comprensione, accettazione ed empatia per gli altri, il che è un grande dono. Ma conoscere i miei limiti può aiutare a mantenere positive le interazioni culturali. Ad esempio, stare fuori fino a tardi per lunghe cene o feste ogni sera non funziona per me, quindi sto imparando a navigare nel tempo con gli amici e il mio tempo, quando accettare un passaggio e quando portare la macchina. Passaggio 6: evitare l'universalizzazione. Quando non conosco una cultura, può essere facile cadere nella tentazione di universalizzare. Ma questo può diventare un ostacolo alla conoscenza e alla comprensione di una persona o di una cultura. Una persona maleducata potrebbe essere qualcuno che sta vivendo una giornata difficile, un guidatore veloce potrebbe avere un'emergenza e un oratore forte potrebbe essere qualcuno con problemi di udito. Cerco di evitare di saltare a "Tutti 'loro' sono così" così posso avere la possibilità di conoscere qualcuno e crescere nella comprensione culturale. Step7: Apertura all'apprendimento. Questo per noi è un processo continuo, e vivere un'altra cultura e farla diventare parte della nostra vita è uno dei più grandi doni di questo soggiorno in Italia. So di avere molto altro da imparare. Voglio adottare gli atteggiamenti giusti per essere aperto all'apprendimento. Guarda il mio libro in arrivo intorno al 1° dell'anno: "Storie dalla Puglia: due californiani nel sud Italia". Altro la prossima volta.




14 visualizzazioni0 commenti

Commentaires

Noté 0 étoile sur 5.
Pas encore de note

Ajouter une note
bottom of page