top of page
  • Immagine del redattoreMark Tedesco

La nostra avventura italiana: Explorando Pienza

PARTE 80: Potrebbe essere interessante condividere come siamo riusciti a vivere in Italia per una parte dell'anno. Pubblicherò alcuni passaggi e ciò che stiamo imparando lungo il percorso.


Ne amiamo ogni minuto e quello che una volta era un sogno è la nostra vita!


Viviamo in Toscana in autunno, poi di nuovo in primavera, e in California per il resto del tempo (in un blog precedente ho spiegato perché viviamo in Italia solo una parte dell'anno).


Passo 1: Mentre esploriamo aree e città in Italia, scopriamo alcune gemme che vale la pena condividere. Alcuni di questi sono noti magneti turistici; altri sono meno conosciuti ma sempre sorprendenti.


Questa settimana esploriamo Pienza in Toscana.


Passo 2: storia


Pienza era in origine un piccolo borgo che circondava il castello di Corsignano costruito nell'VIII secolo. Tuttavia il paese acquistò importanza grazie alla nascita di Eneo Silvio de Piccolomini nel 1405 nella stessa zona.


Eneo divenne poi Papa Pio II nel 1458. Ma chi era quest'uomo?


Papa Pio II era un uomo del Rinascimento appassionato di apprendimento in vari settori. Ha studiato lettere, poesia, oratoria, storia e diritto presso l'Università di Siena, dove si è laureato. Ha scritto su diversi argomenti, tra cui storia, biografia, scienze politiche, cura dei cavalli e vita familiare. I suoi scritti contengono vivide descrizioni della vita toscana nel XV secolo.


La carriera ecclesiastica di Papa Pio II lo portò a partecipare a un importante concilio ecclesiastico a Basilea e a varie missioni ecclesiali in tutta Europa. Vale la pena notare che trascorse diversi anni in Germania lavorando con l'imperatore del Sacro Romano Impero Federico III. Questo fatto è significativo per alcune delle architetture che si trovano oggi a Pienza.


Durante il suo periodo da Papa, Pio II voleva avere un impatto duraturo. Scelse di ristrutturare il borgo dove era nato e di trasformarlo in una città modello rinascimentale, poiché il Papato era allora visto come un'autorità sia mondana che spirituale.


Per realizzare ciò, Pio assunse Bernardo Rossellini, uno dei più grandi architetti di Firenze, che progettò i modelli in mattoni e travertino nella piazza centrale, nella Cattedrale, nel Palazzo Canonico e nella residenza del Papa, chiamata Palazzo Piccolomini. La città venne ribattezzata Pienza in onore dello stesso Pio.


Sfortunatamente Pio morì prima che fosse realizzato il piano completo della città. Sperava di condurre una crociata ma non riuscì a raccogliere abbastanza sostegno e morì prima di poter salire a bordo della nave. Tuttavia, pur nella sua incompletezza, Pienza resta un gioiello lasciato da Pio II.



Passo 3: attrazioni.


Piazza Pio II è una bellissima piazza di Pienza che incarna la visione umanista della "città ideale". Stando al centro di questa piazza e girando il cerchio si gode una bellissima vista della Cattedrale, di Palazzo Piccolomini e di Palazzo Borgia.


Palazzo Piccolomini, un tempo residenza estiva della famiglia Piccolomini, è ora un museo che ospita una biblioteca di libri rari, mobili d'epoca, dipinti e incisioni dei membri della famiglia Piccolomini. Si sviluppa attorno ad un cortile che si affaccia sulla città su tre lati e ad un elegante giardino che si affaccia sul paesaggio toscano sul quarto lato. I visitatori possono ispezionare i mobili della famiglia e la loro collezione di tesori.



Il Duomo di Pienza è amato da tutti, indipendentemente dal credo religioso. I viaggi di Pio e il tempo trascorso in Austria e Germania influenzarono l'architettura gotica e l'atmosfera all'interno della chiesa. Il pavimento è in pendenza verso l'altare e questa non è la tua immaginazione. Le fondamenta della chiesa iniziarono a spostarsi poco dopo il suo completamento nel 1462.


Il Palazzo Vescovile, noto anche come Palazzo Borgia, era la residenza cittadina del Papa. Ora è un museo di 11 sale che ospita capolavori del XIV-XVI secolo e opere d'oro del XIII-XIX secolo.


Il Municipio, o Palazzo Comunale, è il palazzo civico di Pienza che si affaccia sul Duomo. Chiesa e Stato sono separati ma armoniosi in questa visione urbana. Il livello inferiore presenta una loggia a tre arcate, simili a quelle di Palazzo Vecchio a Firenze.



Passo 4: cose interessanti.


Fai una piacevole passeggiata lungo Corso Rossellino quando visiti Pienza. Sebbene la città possa essere attraversata in soli 5 minuti, esplorare i vicoli, i negozi, le bellissime porte e l'architettura lungo il percorso è molto più divertente. Potreste rimanere piacevolmente sorpresi se vi infilate in un vicolo verso la Val D'Orcia.


Passeggiare lungo le mura della città ti porterà a contatto con panorami mozzafiato della Val d'Orcia toscana. Il film "Il Gladiatore" mostra una scena girata lungo la nastrosa strada sterrata punteggiata di cipressi e circondata da campi di grano. Puoi provare a trovarlo dai bastioni!


Ricordatevi di seguire il vostro naso a Pienza e visitare un negozio di formaggi per assaggiare e acquistare del Pecorino di Pienza. Questo vi permetterà non solo di “vedere” Pienza ma anche di “assaggiarla”.


Approfondimenti:

Pur essendo una rinomata località turistica, Pienza ha mantenuto il suo fascino e rimane straordinariamente bella. Se potete, restate fino a sera, quando molti turisti se ne sono andati e la gente del posto o delle zone circostanti riempie le strade. È davvero un posto da non perdere e la sua storia, i suoi panorami e la sua architettura rimarranno per sempre nella tua immaginazione.


Di più la prossima volta.


Ora in vendita a $ 2,99: il mio libro è "Storie dalla Puglia: due californiani nel sud Italia". Amazon USA:https://www.amazon.com/dp/B0CRKMKPWF?ref_=cm_sw_r_cp_ud_dp_X2WRQ3PTG2ZDD7AVF6GH


Amazon Italy- mio libro: "Lei mi ha sedotto. Una storia d'amore con Roma": https://amzn.eu/d/13nuZCL.


7 visualizzazioni0 commenti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page